single · Uncategorized

Largo alle AILF

quarantenni01G

Tempo fa postai sul mio profilo una foto “in tiro” davanti allo specchio, un selfie in perfetto stile bimbaminchia. Ma, non avendo più l’età per essere una bimbaminchia, aggiunsi a questo autoritratto la didascalia “milfminchia”. Qualche amico precisino obiettò che, non essendo una mother, tecnicamente non rientravo neanche nella categoria milf.
E niente, mi trovavo di nuovo nella terra di nessuno, senza neanche un’etichetta con cui autodefinirmi, come quelle cose che non sai dove mettere e finiscono nell’indifferenziata.
Qualche tempo dopo sono stata a trovare mio nipote e ho quindi pensato di coniare un acronimo che identificasse me e tante mie amiche :AILF.
Dove la M di mother è sostituita dalla A di auntie (zietta).
Le zie single che tengono botta, insomma!
In fondo, sono sempre più le donne che gravitano intorno ai “40” che sono single nonostante non siano da buttare via, hanno una vita intensa ed impegnata, e quasi sempre hanno dei nipoti.
Non hanno niente a che vedere con l’idea di “zia” a cui rimanda l’immaginario collettivo o che lo stesso nome evoca, spesso sono zie pasticcione o sgangherate capaci di fare più danni degli stessi nipotini che maldesteamente si trovano ad accudire.
Ormai lontane dall’udire il tic tac dell’orologio biologico, che hanno chiuso in qualche cassetto per non sentirne il rumore, portano fiori sulla tomba del loro istinto materno passato a miglior vita da tempo.
Sono convinte che un nipote sia la fusione perfetta tra il mantenimento delle proprie abitudini e il divertirsi a spupazzare un marmocchio. Marmocchio che all’occorrenza viene restituito ai legittimi proprietari.
Sono zie diseducative, fondamentalmente, già solo per il fatto di essere arrivate a diventare AILF dopo averne combinate di tutti i colori!
Eterne Peter Pan che non riescono a immaginare una vita senza uscite, concerti, cinema, palestra, hanno 40 anni ma sovente ne dimostrano dieci in meno esteriormente, e almeno venti in meno mentalmente.
Da loro le nipotine non impareranno l’uncinetto ma il valore di una borsa e di un paio di scarpe, la differenza tra un kajal e un kohl, l’importanza fondamentale della piastra e la diffidenza nei confronti dei maschietti.
I nipotini subiranno la gelosia tutta femminile delle AILF che si sommerà a quella materna, e, le aspiranti amichette, a loro volta nipoti di altre AILF, saranno vittime di durissime selezioni.
Quando cresceranno, e diventeranno dei piccoli rubacuori, le zie non riusciranno a trattenere un moto d’orgoglio e un sussulto di soddisfazione, dimenticando d’un tratto la loro vita passata a contare i danni degli innumerevoli furti cardiaci subiti.
Insomma una zia è sempre una presenza bellissima e importante nella vita di un bambino, pensa poi se è pure una zia figa!
Quindi…scansete MILF e largo alle AILF 🙂

Annunci