relazioni · Uncategorized · vita

La perversa sicurezza di un amore impossibile

 

 

attesa

Ho sempre avuto un amore impossibile a portata di mano.

Una di quelle belle storie – strane e difficili – che sai non ti daranno mai niente ma a cui ti aggrappi lo stesso.

Quegli amori che ti abbagliano così tanto da non farti vedere nient’altro intorno.

Spuntavano sempre dal mio cilindro, con l’ingannevole innocenza di un coniglio bianco e così, ogni volta che ho avuto l’occasione di conoscere persone normali (all’apparenza, almeno), io ero sempre altrove con la mente.

Nella dimensione dei se, dei forse, dei ma, delle sere passate ad aspettare un messaggio, dei risvegli con gli occhi spalancati sul cellulare, delle pazienti attese, delle bugie raccontate a se stessi.

Così concentrata da non riuscire a cogliere o riconoscere qualcosa di bello che mi passava accanto.

Da rifiutarlo con l’ostinazione di un bambino capriccioso. “Ma che volete da me?io ho il mio amore impossibile da vivermi e per cui consumarmi.”

Era il mio alibi per non crescere.

Era un’infantile presenza rassicurante.

Era il mio asso nella manica, il mio lasciapassare per l’infelicità, il mio schermo per preservare la mia solitudine.

Credo sia stata  quella la funzione delle storie che sono entrate nella mia vita da una finestra spalancata in un giorno di vento. Si sono intrufolate e, dopo aver sparpagliato e fatto volare tutte le carte, sono uscite via sospinte da quello stesso vento, lasciandomi a terra, inerme tra i miei perché e il caos delle mie stanze da mettere in ordine.

Con l’ennesima occasione, passata davanti ai miei occhi e lasciata andare, come una metro troppo piena.

Annunci

4 risposte a "La perversa sicurezza di un amore impossibile"

  1. Non sai quanto ti capisco! È da poco che ho raggiunto anche io questa consapevolezza: questo mio “amore” per gli amori impossibili non può che essere segno di una persistente immaturità!!!
    Eppure sono certa che passerà di qui..prima o poi..non è mai tardi…nemmeno per noi immature incallite…per salire sul bus vuoto dell’amore possibile…ha un solo posto…ed è per noi…dobbiamo solo smettere di aspettare quel messaggio e iniziare ad aspettare alla fermata, ma che sia quella giusta, stavolta! Speriamo!!! 😉😘😘😘

    Mi piace

      1. Sono anche io ferma alla consapevolezza da un paio d’anni almeno…e ti dirò di più…aspetto ancora quel messaggio e ogni volta che mi sveglio controllo il cellulare😳😓ma almeno lo faccio consapevolmente 😁😁😁 un bacio grande a te e grazie per aver condiviso questo mal comune 😉😘

        Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.