relazioni

Orgoglio e pregiudizio

orgoglio-e-pregiudizio

Se sei single tendi, fisiologicamente, a circondarti di quelle poche donne single che sono rimaste in giro. E così si creano amicizie basate sull’avere in comune questa cosa qua di non essere riuscita a trovare l’anima gemella (e su altre affinità, ovviamente) e si finisce sempre per parlare delle nostre storie. Quelle lasciate alle spalle, quelle consumate in fretta, quelle mai dimenticate. Si sviscerano le nostre modalità relazionali, i nostri incontri, il nostro modo di reagire a un rifiuto.

L’altra sera, ad esempio, con la mia amica E. si parlava di orgoglio. Lei dice che non ha mai cercato nessuno che è andato via, che è troppo orgogliosa per farlo, che lo farà quando sentirà che sarà la persona giusta per cui lottare e per cui mettersi alla rincorsa.

Io invece ho un rapporto strano con quest’orgoglio. Tendenzialmente sono quella che non vuole mai cedere per prima ma in tante situazioni l’ho messo e lo metto da parte. In contesti e con modalità diverse che si intersecano con differenti fasi della mia vita.

Anni fa non mi arrendevo, ad esempio. Ero una vera stalker: messaggi, mail, poesie. Anche perché la mia ingenuità era al top. Mica lo sapevo o lo capivo che gli uomini se si allontanano lo fanno perché si vogliono allontanare e basta? E che non è perché sono confusi, impauriti, hanno perso il telefono, hanno problemi esistenziali, hanno bisogno di qualcuno che lotti per loro.

No, non lo sapevo. E lottavo con tutta me stessa. Non mi arrendevo. Non mi volevo arrendere.

Poi finalmente ho aperto gli occhi e allora mi sono chiusa. E l’orgoglio è diventato il mio guscio, la mia protezione, la mia corazza. Arroccato su una montagna di “stavolta non mi freghi” dominava le mie emozioni e le mie pulsioni. Qualcuno sbagliava? E io subito a cancellare il suo numero, per castrare ogni possibile tentazione di cercarlo.

Da un po’ di tempo ho ripreso a cambiare di nuovo. Sarà la vecchiaia, saranno tante cose che ho imparato, saranno state le mie letture di psicologia, ma ora so che l’orgoglio è solo un ingombrante fardello, una zavorra che ti impedisce di essere felice. Ho scoperto che fare un passo in avanti verso chi, probabilmente, non lo merita, non mi rende più debole ma al contrario più forte. Perché tra il mandare un messaggio e ricevere picche, o peggio non ricevere risposta e lo stare a logorarsi tra mille pensieri, per la mia salute emotiva è decisamente meglio la prima strategia. Perché, questo l’ho imparato col tempo, qualsiasi cosa facciamo, anche quella che sembra una cazzata o una mossa ridicola, dobbiamo farla perché in quel momento fa stare bene noi e solo noi.

Le parole non dette, i messaggi non mandati, i “mi manchi” soffocati, ma anche i vaffanculo che restano sulla punta della lingua, ti fanno solo venire l’ulcera e a me basta quella mi faccio venire a lavoro.

Tanto, messaggio più, messaggio meno, arriverà comunque il momento in cui la parola FINE la avvertirete dentro di voi, quando una cosa detta o non detta, fatta o non fatta, vi farà cadere definitivamente le ovaie a terra.

Quindi spogliatevi di questo pesantissimo orgoglio e  se avete bisogno di sentire qualcuno o avete qualcosa di importante da dirgli, cercatelo. Anche se è un idiota.

…senza cadere di nuovo nello stalking 😉

Annunci

8 risposte a "Orgoglio e pregiudizio"

  1. L’orgoglio è micidiale. Non c’è malattia più letale che possa far strage di rapporti interpersonali e di relazioni sentimentali. Ma tutto si riduce a non voler dimostrare di avere più palle dell’altro/a, come giustamente dici tu.
    Profonde riflessioni, le tue, che meritano tutta la mia ammirazione.
    Buonanotte. Pier☼

    Piace a 1 persona

  2. “corri e fottitene dell’orgoglio ne ha rovinati più lui che il petrolio ci fosse anche solo una probabilità giocala…giocala…” …eppure a volte non ce la faccio proprio a metterlo da parte questo dannatissimo orgoglio …eppure quelle volte credo sia più paura che orgoglio..ma non paura del rifiuto..hai presente quella fifa blu che ti prendeva a scuola quando eri anche preparata ma poi all’interrogazione facevi scena muta??? Ecco più questo genere di paura…questo succede dal vivo…per sms no…sono la maga degli sms…talmente maga che dopo i miei sms spariscono tutti 😁😁😁

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.