relazioni · vita

A volte ritornano

cuore

Se si parla di sparizioni non si può fare a meno di aprire un capitolo strettamente collegato: quello dei ritorni!

La mia amica E (sempre lei, la solita) ormai non ne può più dei suoi fantasmi del passato che ritornano ciclicamente sulla sua cronologia whatsapp.

Perchè, diciamolo, alla fine, in un modo o nell’altro, e con tempistica variabile da caso a caso, tornano sempre tutti. Ex fidanzati, ex amanti, ex trombamici, ex “frequentatori”, ex qualsiasi-cosa-che-sia-ex. Con una scusa, per uno scherzo del destino, con un “like” che funge da amo. Raramente con un’intenzione seria e concreta.

Questa credo sia una differenza fondamentale tra uomini e donne.

Noi magari ci distruggiamo, consumiamo pacchi interi di fazzoletti, sfracelliamo le ovaie alle nostre amiche fino allo sfinimento, disattiviamo l’account di Facebook, ingurgitiamo boccette intere di fiori di Bach, diamo fondo a barattoli di Nutella, ma poi ci passa.

Poi arriva il giorno fatidico. The “Sticazzi” day. Quello in cui il tornado è passato e al massimo ha sradicato due alberi. E noi siamo di nuovo pronte e pimpanti. E del tizio, a malapena ricordiamo il nome.

Loro no. Loro non si sa perché (cioè, in effetti si sa) devono tenere in piedi questa rete fitta di rapporti, questa ragnatela del “non si sa mai” dove tu potresti essere la prossima mosca, o una delle prossime.

Il problema è che quando uno di questi personaggi si ripropone ci fa lo stesso effetto di una peperonata fritta nell’olio vecchio di una settimana. Pesante. Indigesto Pro-emetico.

Non è il “No guarda, ho sofferto troppo non voglio darti un’altra possibilità”, è che proprio quando per noi una cosa è chiusa è chiusa.

E magari, di quella persona per cui ci siamo straziate, ora ci infastidisce persino la voce. Perché noi, quando le cose le facciamo, le facciamo bene.

Anche dimenticare.

 

Annunci

14 risposte a "A volte ritornano"

  1. Beh forse io sono l’eccezione che conferma la regola, visto che delle partenze e dei ritorni di Mr. Vain ci ho fatto un Blog. Eppure non sono la sola, anche alcune mie amiche sono afflitte da quella che le mie sorelle ed io abbiamo denominato la “sindrome Muccino” in omaggio a quella fantastica scena di Manuale d’Amore che spiega benissimo la “teoria dell’ex”

    Tuttavia la teoria dell’ex funziona solo con i fidanzati per quanto riguarda le meteore (trombamici, errori per alcool o ripicche, credevofosseamoreeinveceerauncalesse etc etc) hai ragione tu. Noi donne quando abbiamo deciso che non è per noi la porta nn la chiudiamo la sbattiamo in faccia per sempre e quando ris bucano fuori ci facciamo solo tante belle risate tra amiche. I più esilaranti secondo me sono quelli che dopo una storia (che può essere più o meno lunga) erano spariti nel nulla senza manco dire ciao e quando “ricicciano” fuori hanno pure il coraggio di esordire: “ehi ciao, ma che fine hai fatto?sei sparita…” NO WORDS!

    Liked by 1 persona

    1. Beh sí, i vari Mr Big e Mr Vain sono l’eccezione, ma si tratta di storie che ci hanno coinvolto molto e che dentro di noi non abbiamo elaborato e superato completamente.
      E tu, vedi di far diventare Mr Vain in peperone indigesto! 😂😂😂

      Liked by 1 persona

  2. Mi è piaciuto il post! Hai ragione quando scrivi che quando vogliamo, dimentichiamo. Capita a volte anche l’effetto contrario…quando l’ex ci piace ancora talmente tanto che l’unica cosa che dimentichiamo siamo noi e i nostri buoni propositi, a volte anche il nostro amor proprio.

    Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.