Uncategorized

New life in progress…

Secondo giorno nella mia nuova home.

L’ho un po’ personalizzata ma la sensazione di essere a casa è ancora ben lontana. Mi sento proprio come deve sentirsi un pesce fuor d’acqua, tirato fuori dal suo habitat e messo sulla riva a sbattere la coda, ma sono pronta a rituffarmi. Mentre cerco di sistemarmi mi vedo come una Lovely Sara rediviva, per chi ricorda la storia del cartone strappalacrime. Mi piace essere drammatica, ogni tanto, ma passare dall’avere una casa propria con tutti i comfort creati su misura, al doversi adattare in una casa altrui è una delle note più dolenti di questo cambiamento.

Le altre sono i mille dubbi, la nostalgia, la fatica di rimettersi in gioco.

Ho letto che è normale avere questo stato d’animo e che bisogna assecondare anche la voglia di piangere, che bisogna vivere giorno per giorno ma in questo momento confusione  e disorientamento annebbiano il resto.

I gattini sono in fase post traumatica, una nascosta perennemente sotto il piumone e l’altro pronto a scappare sotto il letto ad ogni passo sospetto.

Mi mancano i miei amici, le mie abitudini, le mie serate. É abbastanza dura, è un po’ un passare da una “solitudine” nota e familiare a una totalmente nuova con cui prendere confidenza.

Confido nel mio spirito di adattamento e cerco di pensare al bello di questa scelta che risplenderà quando la polvere del trauma sarà spazzata via.

Sono felice del clima lavorativo e non perdo di vista le ragioni che mi hanno portato fin qui, non ultima il malessere degli ultimi tempi e una vocina che mi sussurrava che era ora di dare un nuovo senso e un nuovo indirizzo alla mia vita.

Ma è dura lo stesso. Dopo otto anni è durissima, peró siamo felini: ci nascondiamo ma al momento opportuno sapremo uscire da sotto al piumone per goderci questa nuova vita!

 

Annunci

2 risposte a "New life in progress…"

I commenti sono chiusi.