Uncategorized

Il mare d’inverno

604_10151198145374096_1365418790_n-2

Oggi pomeriggio ho rivisto una mia amica storica. Abbiamo pranzato insieme e poi siamo andate a fare una passeggiata a mare.

C’era vento e piovigginava un po’.

Ma il mare era magnifico. Magnifico e potente come solo il mare d’inverno sa esserlo. Le onde si infrangevano contro il molo, trasformandosi in una schiuma bianca che solleticava le nostre guance con i suoi spruzzi dispettosi.

Maestoso e irriverente. Suggestivo e disarmante.

Io ci metterei il mare d’inverno tra gli indicatori della qualità della vita.

Perché secondo me chi non ha mai visto il mare d’inverno , chi non si è lasciato ipnotizzare dai suoi flutti, chi non ha cercato conforto in quell’andirivieni, chi non si è emozionato con quell’amplesso tra le onde e la spiaggia che termina in un potente orgasmo della natura, è come un puzzle a cui mancano i tasselli centrali .

É incompleto.

Ha un vuoto, un deficit, che nessun autobus in perfetto orario potrà sanare.

 

Annunci