Uncategorized

Parole parole parole

Le parole feriscono, le parole ingannano, le parole blandiscono, le parole illudono, le parole lambiscono quel pezzettino d’anima desertica, martoriata dalla siccità del dolore, che chiede solo di essere bagnata e fatta rivivere ancora.
Le parole si incuneano con prepotenza in sperduti angoli di cuore dimenticati e vuoti.
Le parole sembrano dare sollievo alle tue ferite ancora aperte ma poi nuovamente uccidono, quando capisci che restano solo parole.
Eppure di queste parole quanto bisogno abbiamo, in questa ricerca continua del buono, del bello, del “diverso”?
Ci aggrappiamo come se fossero un salvagente avvistato in lontananza mentre annaspiamo nel mare della delusione.
Ci sembrano una risposta a un SOS silenzioso lanciato dagli abissi dei nostri desideri e a queste parole ci appoggiamo, ci abbracciamo, ci aggrappiamo, ne facciamo il nostro giubbotto di salvataggio.
E proviamo a navigarci un po’, tra questi soffi  di consonanti e vocali che ci cullano dolcemente, perchè non aspettavamo di sentire altro, che questi nuovi messaggi di speranza.
Non aspettavamo altro che sorridere imbarazzate.
Non aspettavamo altro che lottare con le nostre paure, che guardare le nostre cicatrici e sperare che il balsamo di quelle parole possa funzionare.
Perché a volte ci basta davvero poco per rompere il castello di ghiaccio dove ci siamo rifugiate.
Basta solo l’avvolgente calore di qualche parola.

Annunci